Note sull’esperimento

L’esperimento consente di mettere in relazione la percezione sonora di suoni puri di diversa frequenza generati da un altoparlante collegato a un generatore di onde sinusoidali con il segnale elettrico catturato da un microfono e visualizzato per mezzo di uno oscilloscopio.
Il livello sonoro, valutato in decibel è mantenuto costante al variare della frequenza. Si osservi, però, che la sensazione sonora, ovvero la percezione del volume non lo è. Questo fenomeno è da attribuire a una diversa sensibilità dell’orecchio umano alle diverse frequenze.
Dall’analisi delle curve isofoniche (vedi figura) si osserva che, mediamente, nell’intervallo di frequenze compreso tra i 2000 Hz e i 4000 Hz esse presentano un minimo assoluto. A tale intervallo corrisponde, di conseguenza, un massimo di sensibilità dell’orecchio umano.